lunedì 23 aprile 2012

Buone Notizie dal Fronte Animalista

Sembra che per il momento il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, abbia deciso di bloccare il piano di "abbattimento" dei cervi del Cansiglio, almeno questo è quanto riporta Il Corriere delle Alpi (qui).
Ringrazio Tamara di Belluno per avermi informata via email di questa bella notizia.
Che dire? A volte protestare serve!!! 

(E, mentre ringrazio calorosamente Zanoni per il suo impegno e Zaia per averci ascoltato, invio una sonora pernacchia agli allevatori e cacciatori che contestano il blocco del "piano abbattimento").

18 commenti:

Massimo Caccia ha detto...

Strage scongiurata!!!
Buona notte

Biancaneve ha detto...

Se le cose andassero sempre così, se bastasse protestare e ci fosse sempre qualche persona ragionevole disposta ad ascoltare...
'notte a te. :-)

Anonimo ha detto...

Sono passata per caso sul tuo Blog.. Volevo farti i miei sinceri complimenti per l'impegno e la passione che metti in cio' che credi.
Grazie a te sono venuta a conoscenza dello sterminio che volevano attuare ed ho partecipato con un semplice click alla protesta.. Questa notizia mi riempie di gioia.. Agire, anche se nel proprio piccolo, non è inutile.. Tante gocce possono creare un mare!!
Grazie ancora, ti auguro una buona giornata.
Daniela

Biancaneve ha detto...

Ciao Daniela,
grazie a te per aver partecipato alla protesta; agire non è mai inutile e certamente ognuno di noi non potrà che farlo nel limite delle proprie possibilità, ma questo, aggiunto al resto delle persone che agiscono, a volte può significare davvero qualcosa.
Bisognerebbe comprendere di più il potenziale delle proprie scelte ed azioni.
Auguro una buona giornata anche a te. :-)

Maura ha detto...

Buongiorno, mia cara!
Ho festeggiato a "casa mia" ma vengo volentieri a fare un altro brindisi virtuale da te!
Credo che il pranzo di sabato sia andato di traverso a tutti...ah ah ah.
Dici bene e confermo, non abbiamo idea di quanto l'unione faccia la forza.
Sembra una frase retorica, ma sapessi nella vita di tutti i giorni quante volte assisto a sopprusi di ogni genere, magari semplicemente ai danni di piccoli onesti cittadini.
Noto il più delle volte il loro chinare la testa e non denunciare i disservizi, piuttosto che un errore umano al terminale, ect.ect.
Siamo in tanti ad essere nella medesima situazione, siamo in tanti a pensarla nella stessa maniera, dobbiamo solo avere il coraggio di esprimere le nostre ideee, non siamo soli!
Un forte abbraccio.

de spin ha detto...

Avanti così ! Ci sono tantissime battaglie da combattere, l'unione fa la forza!

Biancaneve ha detto...

Ciao Maura, brindiamo anche qui allora, alla salute dei nostri amici animali (e alla nostra!): cin cin! :-D

In effetti piccoli risultati come questi (piccoli rispetto al tanto lavoro che c'è da fare per combattere lo sfruttamento animale, ma enormi se pensiamo al fatto che siamo riusciti a salvare le vite di tanti cervi) ci incoraggiano a credere nel potenziale delle nostre scelte ed azioni.

Biancaneve ha detto...

@ De Spin

Eh sì, come ho appena scritto nel commento sopra, rimane ancora tanto da fare per combattere lo sfruttamento degli animali, ma intanto la vittoria di questa battaglia è senz'altro significativa di quanto sia necessario essere uniti e non demordere.

Volpina ha detto...

FINALMENTE! Meno male...

Almeno una cosa andata per il verso giusto.

Pernacchia? :D Hahahahah elegante come sempre! Io avrei detto ben di peggio.

Biancaneve ha detto...

Ho scritto "pernacchia", ma ho pensato ben di peggio pure io. :-D

Volpina ha detto...

hahahahahah grandissima! XD

Masque ha detto...

Ma Zaia è lo stesso della caccia in deroga agli uccelli migratori?
Perché in quel caso, non ho proprio nulla da ringraziare.
Almeno, di solito, non si ringrazia il mandante di un assassinio per aver cambiato idea o bersaglio.

Biancaneve ha detto...

Masque, sinceramente non lo so, sono poco informata sulle concessioni di caccia in Veneto e sull'attività politica di Zaia.
Io l'ho ringraziato per questo specifico fatto, ossia per aver comunque annullato il piano di abbattimento dei cervi.
Se hai notizie in merito più precise fammi sapere.

Biancaneve ha detto...

P.S.: e comunque se uno cambia idea e si ravvede, beh, secondo me invece è da considerare come fatto positivo.

Pure io in passato (così come te, immagino) abbiamo mangiato carne e quindi siamo stati mandanti indiretti di assassinii. Poi abbiamo cambiato idea, ci siamo ravveduti. :-)

Il fatto che Zaia abbia ceduto alle pressioni (giustissime) degli animalisti, alle nostre proteste, lettere inviate ecc. è un segno positivo. Magari si è reso conto che una strage è sempre una strage.
Insomma, quel che conta è che questi cervi non vengano uccisi.

Masque ha detto...

è lui, e successivamente è stato costretto a sospenderla.
http://www.vicenzapiu.com/leggi/consiglio-di-stato-sospende-caccia-in-deroga-zanoni-ora-zaia-e-stival-devono-pagare-sanzioni-ue

http://www.geapress.org/caccia/zaia-bocciato-il-tar-veneto-sospende-la-caccia-in-deroga/19900

se non ricordo male, la caccia in deroga, in Veneto, s'era fatta per almeno gli ultimi due anni, grazie alla giunta Zaia, nonostante le sanzioni ue arrivassero sempre puntuali.

inoltre, è appassionati di corse di cavalli e ippica.

mi sembra più semplice questa spiegazione: era a rischio la sua popolarità.
Zaia, della Lega Nord, partito famoso (anche) per il populismo... se cambia la volontà popolare (o ci si accorge essere diversa da quello che si pensava), i politici simili cambiano le loro scelte. non per abbracciare o preché hanno compreso una diversa ideologia, ma per convenienza.

Biancaneve ha detto...

Sì, certo, capisco quello che vuoi dire, però alla fine, come dice Sdrammaturgo, agli animali importa poco se uno non li uccide per ideale o per convenienza, l'importante è che la nostra pressione, quella degli animalisti intendo, abbia fatto fare retromarcia a Zaia. Poi certamente uno che è a favore della caccia o dell'ippica non è da considerare come persona che ha a cuore gli animali.
Il vero merito in questa vicenda credo vada a Zanoni che si è impegnato davvero molto e a noi tutti che abbiamo protestato e inviato lettere. Zaia ci ha ascoltati, e anche a lui dico grazie come lo direi a qualsiasi persona che fa una cosa giusta, che poi sia convinto o meno, beh, guardiamo il fine ottenuto.

Sai pensavo che se in un futuro prossimo davvero ci dovesse essere un'azione politica per eliminare tutto il business dello sfruttamento animale, saranno in tanti quelli che comunque non lo accetteranno (così come anche dopo l'eliminazione della schiavitù dei neri o la concessione di sempre più diritti alle donne ci sono stati tanti che sono rimasti con le loro idee di discriminazione), però chissene frega, l'importante è che cambino le cose. Queste persone poi alla fine si adegueranno, capiranno pian piano, forse, che i loro pregiudizi sono inconsistenti.

Masque ha detto...

Sono d'accordo che il beneficio che ne possono avere gli animali è molto importante.
Quello che intendo dire è di non abituarsi ad affidarsi a queste persone. Perché, il loro occasionale interessamento agli animali, non deriva da un desiderio di fare del bene ad essi, ma è l'effetto collaterale di interessi diversi. Nel momento in cui dovessero cambiare, tanti saluti agli animali.

Biancaneve ha detto...

Sì, sì, ho capito benissimo la tua riflessione e mi trovi d'accordo.
Mi ricorda anche quelli che abbracciano la scelta vegetariana o vegana per "moda" o per motivi di salute perché magari hanno letto che fa bene ecc.; poi dopo un po' leggono un altro articolo in cui si afferma il contrario e ritornano a mangiare animali.
Il vero antispecismo è quello che nasce da una riflessione etica, dal rispetto per la vita, qualsiasi specie appartenga.
Ma intanto speriamo che noi animalisti si riesca sempre più a farci ascoltare e a smuovere l'opinione pubblica e la politica a prendere provvedimenti in favore degli animali. :-)