martedì 23 ottobre 2018

Distopie attuali


Com'è possibile che un uomo come Trump sia diventato Presidente degli Stati Uniti?
A questa domanda risponde Michael Moore andando indietro di qualche anno, decennio addirittura, facendo una panoramica ampia da un punto di vista politico e sociologico. 
Ho trovato molte affinità con la situazione attuale italiana: la scomparsa di una sinistra che stia veramente dalla parte delle persone comuni, riforme che agevolano i ricchi, un clima generale di sfiducia nella politica e nella possibilità di cambiare le cose. E nel bel mezzo della crisi economica, l'uomo che promette di cambiare le cose, di risollevare il paese, guadagnandosi un'aura di rispettabilità che improvvisamente conferisce legittimità a idee prima impensabili e impronunciabili ad alta voce. 
L'aspetto più pericoloso è proprio la sottovalutazione di alcune frasi, buttate lì quasi come boutade, ma che improvvisamente si animano di vita propria, passano di bocca in bocca, vengono retwittate, diventano virali. Si passa dallo stupore, scandalo indignazione per arrivare all'accettazione. Ciò che fa paura, se lo ripeti tante volte, diventa quotidiano, ordinario, con l'ausilio di fake news create ad arte.
I dittatori, i mostri della storia non si presentano così, sono il frutto di un preciso clima politico che rende possibili le loro performance e rendendole possibili, le legittima. Si comincia per scherzo (come cominciò la Lega anni fa) e si finisce per entrare in Parlamento. Si butta una frase sì, si mettono in discussione leggi fino a quel momento intoccabili, si pensa che sarà impossibile tornare indietro, che l'opposizione non lo permetterà mentre in sordina inizia la limatura dei diritti.
Come dice Moore, abbiamo l'abitudine a credere che la democrazia sia una conquista dell'occidente che niente e nessuno potrà mai spazzare via, ma in realtà non solo è roba recentissima (fino a settanta anni fa le donne non votavano), ma non si è mai veramente realizzata, dal momento che media e politici sono al soldo delle varie lobby di industriali.

Un documentario da vedere assolutamente per comprendere alcuni meccanismi e anche per rendersi conto del tragico periodo in cui stiamo vivendo.

5 commenti:

Erika 4567 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Erika 4567 ha detto...

Scusate errori ortografici ma ho scritto di getto col cellulare e questo t9, e sono pure un po' esaurita, non avevo riletto

Erika 4567 ha detto...

E quindi il pulcino maschio viene eliminati perché è inutile, la femmina sfruttata al massimo

Erika 4567 ha detto...

È la vittoria della morale capitalista-protestante,chi è povero o malato o sfortunato in qualche modo se l' è cercata, nessuna pietà. I ricchi belli sani e giovani e Ben vestiti vanno avanti, chi puo' si adegua o si adatta ( vedi darwinismo sociale tanto amato dai nazisti) chi non ce la fa' schiatta o puo' chiedere l' eutanasia ( permessa dai nazi ) un po' come succedeva nei lager a coloro che non venivano gasati subito: o lavori e produci e ti comporti come si deve o schiatti ( Arbeit macht frei, il lavoro rende liberi, recitavano le insegne naziste nei lager ).

Rita ha detto...

Esatto, il capitalismo nasce proprio dalla cultura protestante, o almeno nella sua massima efficienza.